equipe

L’équipe

Uno dei principali strumenti di intervento terapeutico che la mia formazione sistemica ci propone è il lavoro d’équipe. Nel momento in cui veniamo contattati per una richiesta di terapia familiare è importante ricordare che il contributo di un coterapeuta diventa indispensabile per affrontare le dinamiche complesse che ogni sistema familiare porta con sé, e per le diverse e multiple risonanze che nascono.

M. Selvini (Selvini, Fino, Morosini, 2012) sottolinea l’importanza del concetto di co – responsabilità: “ai nostri pazienti vogliamo insegnare l’equilibrio della co-responsabilità, combattendo gli “opposti estremismi” dell’onnipotenza e dell’impotenza, allora la co-responsabilità dobbiamo essere capaci di praticarla noi stessi, sia nel rapporto terapeutico stesso (attivare il protagonismo costruttivo dei pazienti) che con i nostri colleghi”.

 

Pur lavorando principalemente da sola ho costituito anche un'équipe di lavoro indispensabile per le richieste di terapia familiare e di terapia di coppia, ma non solo. Mi avvalgo pertanto della preziosa collaborazione del dott. Flavio Ravasio.

Tale decisione è nata dalla valutazione dei molteplici vantaggi che comporta una co – conduzione. Insieme, infatti, ci si dà la possibilità di alternarsi nella conduzione, creando così occasioni di osservazione e di successivi interventi più incisivi; essendo entrambi presenti nella stanza si crea più fluidità e coerenza nell’intervento; un rimando del terapeuta può essere arricchito e divenire più determinante grazie all’immediato intervento del collega. A mio parere, poi, un altro punto di forza è la formazione di un’équipe di terapeuti di sesso differente, che ha permesso di raggiungere un equilibrio e un arricchimento di idee ancora maggiore.  (Selvini, Fino, Morosini, 2012).